Casa2Home - Il passaggio breve tra i privati


Clicca qui accedere al CercaImprese

Clicca qui accedere al CercaTecnici

LOG-IN

registrati   Registrati




Invia

hai perso la password?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Case tra privati su casa2home  
esci

 La richiesta di mutuo, il parere di fattibilità e la documentazione da presentare

mondo mutui

- Il tasso d'interesse: cos'è, le differenti tipologie, lo Spread
- Le differenti tipologie di mutuo
- Il piano di rimborso o ammortamento
- La rata
- L'ipoteca e la sua cancellazione
- Le spese per ottenere un mutuo
- Le agevolazioni fiscali
> La richiesta di mutuo, il parere di fattibilità e la documentazione da presentare
- La delibera del finanziamento e il finanziamento massimo
- Il contratto di mutuo e la costituzione dell'ipoteca
- L'erogazione della somma mutuata
- La cancellazione dell'ipoteca




La banca, prima di concedere un muto, deve valutare la CAPACITA' DI RIMBORSO del richiedente, attraverso la presentazione di tutta una serie di documenti come per es la busta paga, le dichiarazioni fiscali etc, che permettono di raccogliere informazioni di tipo economico (reddito proporzionale alla rata, solitamente , infatti, la rata mensile non è superiore ad un terzo del reddito mensile netto) e personale (affidabilità e correttezza del cliente, età , cittadinanza).

La richiesta di mutuo

E' inoltrata dal richiedete e predisposta dalla banca sotto forma di questionario contenente le informazioni sotto:

- dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento;
- la residenza;
- l'attuale abitazione: se in affitto, in proprietà o se presso terzi;
- composizione del nucleo familiare;
- eventuali persone a carico;
- l'occupazione attuale: se dipendente o lavoratore autonomo;
- l'anzianità di servizio o di lavoro autonomo;
- il settore lavorativo/produttivo;
- se lavoratore dipendente: l'indicazione del datore di lavoro;
- la qualifica;
- il reddito netto mensile;
- il reddito netto annuale;
- la descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (superficie totale, coperta e scoperta; fronti stradali; numero piani; anno di costruzione);
- il valore della costruzione;
- una dichiarazione di non avere debiti ovvero di averne; in quest'ultimo caso occorre precisare l'importo e l'identità dei creditori.

Il parere di fattibilità

Sulla base di queste informazioni la banca potrà fare una prima analisi di fattibilità ed eventualmente richiedere ulteriore documentazione da produrre in carta semplice.

La valutazione relativa alla concessione di un finanziamento dipende dall'analisi di più elementi come:

- la compatibilità tra importo del mutuo e reddito del richiedente;
- la compatibilità tra importo del mutuo e valore dell'immobile (valore accertato da un perito della banca);
- l'esistenza di garanzie supplementari (pegno, fideiussione ecc.).

Uno dei principali elementi utilizzati dalla banca per determinare l'importo del mutuo è il rapporto "rata/reddito": la rata del mutuo, calcolata ai valori del momento, non dovrà superare il 30-35 % del reddito netto mensile complessivo dei richiedenti.

Se il papere di fattibilità della banca è positivo, viene dato il via alla fase successiva consistente nella richiesta della documentazione.

La documentazione da presentare

Ottenuto un parere di fattibilità positivo è necessario inoltrare alla banca la seguente documentazione in carta semplice:

- certificato di nascita;
- certificato di stato civile oppure estratto dell'atto di matrimonio completo di tutte le annotazioni;
- l'estratto di matrimonio deve contenere tutte le eventuali convenzioni patrimoniali stipulate fra i coniugi;
- nell'ipotesi di persone divorziate o separate legalmente bisogna presentare copia della sentenza del tribunale;
- copia della "promessa di vendita" o "compromesso";
- planimetria, con l'indicazione delle proprietà confinanti sia dell'immobile sia delle eventuali pertinenze (cantina, solaio, box);
- copia del certificato di abitabilità;
- copia dell'ultimo atto di acquisto dell'immobile;
- se l'immobile è pervenuto per successione occorre presentare il mod. 240 o il mod. 4 dell'ufficio successioni

Per lavoratori dipendenti:

- dichiarazione del datore di lavoro circa l'anzianità di servizio del dipendente;
- originale dell'ultimo cedolino dello stipendio e copia del modello CUD (in alternativa copia del mod. 730 o "Unico").

Per liberi professionisti:

- copie del modello "Unico" (ex. Modello 740);
- estratto della Camera di Commercio Industria e Artigianato (C.C.I.AA.);
- se professionista, attestato di iscrizione all' Albo professionale cui appartiene

 

<