Casa2Home - Il passaggio breve tra i privati


Clicca qui accedere al CercaImprese

Clicca qui accedere al CercaTecnici

LOG-IN

registrati   Registrati




Invia

hai perso la password?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Case tra privati su casa2home  
esci

 Le differenti tipologie di mutuo

mondo mutui

- Il tasso d'interesse: cos'è, le differenti tipologie, lo Spread
> Le differenti tipologie di mutuo
- Il piano di rimborso o ammortamento
- La rata
- L'ipoteca e la sua cancellazione
- Le spese per ottenere un mutuo
- Le agevolazioni fiscali
- La richiesta di mutuo, il parere di fattibilità e la documentazione da presentare
- La delibera del finanziamento e il finanziamento massimo
- Il contratto di mutuo e la costituzione dell'ipoteca
- L'erogazione della somma mutuata
- La cancellazione dell'ipoteca




Elementi di ogni contratto di mutuo sono
:
- tasso d'interesse
- durata
- eventuale garanzia in aggiunta a quella ipotecaria

L'interesse è il prezzo dell'uso del capitale prestato; il tasso o saggio d'interesse è la misura di questo prezzo.
In base a tale tasso vengono calcolati gli interessi maturati sul capitale in un'unità di tempo come mese, trimestre, semestre, o anno.

Esistono differenti tipologie di mutuo in base al tasso d'interesse applicato.

Mutuo a tasso fisso:

Nel mutuo a tasso fisso il tasso di interesse rimane fisso per tutta la durata del mutuo.
Ciò permette di conoscere, fin dalla stipula del contratto, gli importi delle singole rate e l'ammontare complessivo del debito (capitale e interessi) da restituire.

Il mutuo a tasso fisso è consigliato quando:
- si vogliono pagare rate uguali conoscendo da subito l'ammontare complessivo del debito contratto.
- si prevede un aumento dell'inflazione e quindi dei tassi di interesse.
- il richiedente ha uno stipendio medio e stabile nel tempo.

Il mutuo a tasso fisso permette quindi di eliminare il rischio legato all'incremento dei tassi.

Mutuo a tasso variabile:

Nel mutuo a tasso variabile il tasso d'interesse varia in relazione all'andamento di uno o più parametri che vengono indicati nel contratto di mutuo.
Questo può comportare una variazione della rata al variare dell'andamento dei tassi di interesse di mercato.

Il mutuo a tasso variabile e' consigliato nei seguenti casi:
- quando si prevede un calo dell'inflazione
- quando il richiedente percepisce un reddito medio alto
- quando il mutuo e' di importo elevato.

Il mutuo a tasso variabile offre un tasso iniziale contenuto e una volta a "regime" segue l'andamento del mercato; durate elevate del mutuo dai 20 ai 30 anni possono consentire di contenere l'importo della rata.

Mutuo a tasso misto:

Nel mutuo a tasso misto è possibile modificare il tasso di interesse da fisso a variabile e viceversa a determinate scadenze o condizioni specificatamente indicate nel contratto di mutuo.

Il mutuo a tasso misto è consigliato quando:
- si prevede un andamento oscillante dei tassi del mercato monetario e finanziario.
- il richiedente non vuole prendere subito una decisione definitiva sul tipo di tasso.

Il mutuo a tasso misto permette di costruire una soluzione personalizzata di mutuo in base alle previsioni future sull'andamento dei tassi.

Mutuo con tasso d'ingresso:

Questa tipologia di mutuo si ha quando per un certo periodo iniziale, viene applicato un tasso ridotto. Alla scadenza di detto periodo, è prevista l'applicazione dell'usuale tasso fisso e/o variabile corrente al momento della scadenza.

Ogni banca, costituisce"prodotti" ad hoc che possono soddisfare le richieste del mercato, nonché le necessità della propria clientela.

 

<